Sesto oro, ma gara scandalosa..

8.07.12 – Ieri a Berna ho vinto il mio sesto oro agli Svizzeri… peccato però che i giudici di gara abbiano fatto un gran casino quando dovevo saltare 185…

A dir la verità non mi è mai capitata una cosa del genere neanche nelle garette regionali e trovo inammissibile che accada durante un campionato svizzero.. in sostanza quando dovevo saltare la misura di 185 – in tutti e 3 i tentativi – i giudici di gara hanno fatto un pasticcio dietro l’altro.

Mi spiego meglio: eravamo in gara solo più io e Giovanna, dunque da quando il giudice ci chiama per saltare abbiamo 1.5 minuti per prepararci e saltare; il problema è che hanno fatto partire i 200m mentre noi dovevamo saltare, senza azzerarci il tempo a disposizione; quindi noi eravamo lì che cercavamo di concentrarci e loro ci hanno fatto partire sotto il naso l’altra gara, cosicché quando i duecentometristi ci sono passati davanti avevamo solo piu pochi secondi per saltare. Normalmente succede che, quando partono i 200, noi abbiamo la bandiera rossa e non saltiamo (dunque il cronometro con il tempo a disposizione per saltare non va avanti) oppure, viceversa, i 200m aspettano che noi saltiamo e poi partono…ma qui non è stata fatta nessuna regia tra le diverse gare, tra l’altro a rischio di infortunio degli atleti e meno male che non è successo nulla di grave, se non che abbiamo fatto 3 nulli e avremmo potuto saltare di più… e, tra l’altro, non gli è bastato fare l’errore una volta, l’hanno fatto per tutti e tre i miei tentativi e anche per quelli di Giovanna Demo (alcune volte con le partenze dei 200, altre volte con giudici di gara che passavano bellamente nella nostra rincorsa trasportando lentamente dei carrelli con del materiale, o alteti di altre gare che si scaldavano nella nostra rincorsa).
Questo è stato il rispetto per la nostra gara e per il lavoro che ci facciamo tutto l’anno per allenarci e per saltare più in alto… non ho parole…

La gara inoltre è iniziata a 1.50 con 16 atlete con un personale tra 160 e 1.75 ca., dunque prima di entrare in gara abbiamo aspettato ca. 2 ore, sicuramente non una gara ottimale da molti punti di vista, con la cigliegina sulla torta finale: quando siamo arrivate alle misure che contano, gli organizzatori hanno fatto come se non fossimo nemmeno in pedana (probabilment avevano previsto che la gara durasse meno)… sinceramente, se i campionati nazionali sono organizzati in questo modo, non parteciperò più! Chi me lo fa fare di prender rabbia per niente? Preferisco andare a gareggiare in Germania o in Svezia dove c’è molta più stima, rispetto e comprensione per quello che faccio e per il salto in alto in generale.

Guarda l’intervista (swiss athletics web tv)